Viessmann

Ricambio aria casa con il sistema di ventilazione meccanica controllata

L'importanza di un corretto ricambio d'aria

Coibentazione, finestre in vetrocamera, impianto di riscaldamento efficiente sono protagonisti indiscussi quando si parla di risparmio energetico. Potremmo paragonarli ai giocatori di una squadra di calcio: ognuno deve fare la sua parte e tutti risultano necessari per un buon risultato finale. C’è però un altro elemento che non va assolutamente trascurato e anzi merita a sua volta grande importanza: il sistema di ventilazione meccanica controllata (VMC). Centralizzato o decentralizzato, assicura massima efficienza energetica alla casa. Un corretto ricambio e filtraggio dell'aria è fondamentale per garantire il benessere delle persone che abitano fra quelle mura e per conservare al meglio le strutture. Anche in città o zone inquinate e rumorose, con la ventilazione meccanica controllata è sempre possibile effettuare un ricambio dell’aria nella propria abitazione anche senza aprire le finestre: i rumori del traffico restano all’esterno e l’aria immessa nei locali è sempre filtrata e depurata dagli inquinanti. Un secondo aspetto rilevante è il recupero termico, infatti il sistema di ventilazione meccanica controllata con recupero di calore assicura un costante ricambio dell'aria e permette di regolare l’umidità esistente, impedendo così la formazione di muffe e assicurando negli interni un clima sempre piacevole. Lo scambiatore inserito fra due flussi di aria rende possibile un recupero di calore pari anche al 95%, così da favorire l’efficienza energetica dell’edificio. Viessmann propone impianti adatti a qualsiasi necessità, per il massimo benessere e con la minima spesa. Il costo dipende dal numero di stanze e dalla tipologia di installazione che va realizzata, centralizzata o decentralizzata: per avere tutte le informazioni sulla soluzione più adatta al proprio caso, basta contattare un Partner per l’Efficienza Energetica Viessmann richiedendo una consulenza gratuita e senza impegno. Si ricorda che, fino alla fine del 2017, installando un sistema VMC, si può usufruire delle detrazioni al 65% o al 50%. Rinunciare alla VMC significa fare i conti con l’umidità, con il rischio di muffe, con un’aria spesso viziata e di conseguenza anche con la tipica sensazione di spossatezza dovuta all’accumulo di anidride carbonica. Significa anche penalizzare il risparmio energetico.

Ventilazione meccanica controllata Viessmann

La ventilazione meccanica controllata è anche una preziosa alleata per chi soffre di allergie, in quanto possiede filtri specifici che tengono fuori casa i pollini e le polveri sottili. Installare un impianto Viessmann, inoltre, consente di evitare sprechi di energia causati dal mancato recupero termico. E’ vero, il ricambio dell’aria può essere fatto anche manualmente, cioè aprendo le finestre, ma in tal modo si vanificano gli investimenti relativi all’isolamento; la ventilazione meccanica controllata, invece, esegue un ricambio d'aria costante nella misura ottimale, in base alla dimensione e all'utilizzo dell'abitazione. Lo scambio termico tra l'aria fresca e pulita in ingresso e l'aria viziata che viene espulsa, inoltre, riduce al minimo le dispersioni. Ancora, gli impianti Viessmann, tra cui il modello estremamente compatto Vitovent 300-C, che può essere posizionato in un controsoffitto o in un corridoio, riducono significativamente la quantità di umidità in casa; quest’ultima è presente in modo rilevante non solo in bagno, ma anche in cucina. Arriva persino, e molti non ci pensano, dalla biancheria stesa fra le mura domestica. Si tenga presente, in più, che nell’arco di una giornata una famiglia produce mediamente circa 15 litri di vapore acqueo che, in mancanza di un efficace ricambio d’aria, si condensa sui vetri e sulle pareti, in genere in corrispondenza dei ponti termici (punti più freddi, punti critici nell'isolamento della struttura, che di solito coincidono con gli angoli), lasciando poi il posto alle muffe. Tutti problemi, tutte situazioni poco piacevoli che si risolvono però facilmente con un sistema di ventilazione meccanica controllata, che può essere centralizzato o decentralizzato. Nel primo caso il dispositivo di ventilazione si trova in una zona centrale e sono necessarie delle canalizzazioni per la diffusione e la ripresa dell'aria negli ambienti; nel secondo occorrono soltanto una presa di alimentazione e un foro nel muro esterno, senza nessuna canalizzazione.

Sistema di ventilazione Vitovent 100-D di Viessmann

Sistemi di ventilazione meccanica per ambienti: fra le proposte di Viessmann c’è Vitovent 100-D, decentralizzato e molto silenzioso, ideale per la riqualificazione e per i nuovi edifici. Nel primo caso, spesso accade che interventi come la sostituzione degli infissi e l‘isolamento dell‘involucro edilizio ostacolino il ricambio d’aria, provocando di contro un accumulo di umidità che a sua volta sfocia nella formazione di cattivi odori e muffe sulle pareti.  L‘unità Vitovent 100-D è particolarmente adatta alla ventilazione della zona giorno e notte; il funzionamento continuo assicura infatti un costante ricambio d‘aria e lo smaltimento dell‘umidità. Per garantire il continuo ricambio d‘aria, occorrono almeno due unità Vitovent 100-D in funzionamento alternato: mentre una immette aria di rinnovo in ambiente, l’altra estrae l’aria viziata verso l’esterno. Il calore contenuto nell’aria estratta riscalda lo scambiatore ceramico di Vitovent 100-D. Dopo circa 70 secondi il ventilatore inverte la direzione del flusso e il calore accumulato nello scambiatore viene ceduto all‘aria di rinnovo. Il recupero di energia dal calore e umidità raggiunge il 91%, quindi si ottiene un importante risparmio sui costi di riscaldamento e un significativo miglioramento della qualità dell‘aria in casa. In estate, invece, il recupero termico viene disattivato per permettere l‘afflusso continuo di aria fresca durante la notte. Vitovent 100-D è dotato di un’unità di controllo touchscreen; il ricambio può essere riservato a una singola stanza o riguardare più zone.